FPI Project

FPI Project

Nato da un’ambiziosa idea di Marco Frattini “Fratty”, Corrado Presti e Roberto Intrallazzi (l’acronimo F.P.I. si riferisce alle iniziali dei cognomi dei tre artisti e producers) l’FPI Project è un progetto musicale nostrano nato nel 1989 prevalentemente orientato sulla musica house di stampo squisitamente italiano.

I numerosi campionamenti al pianoforte, le voci “urlate”, un beat a dir poco “galoppante” uniti a un sound inconfondibile e caratterizzato da un innovativo approccio alla migliore musica dance 70/80 rappresentano i tratti distintivi dell’intera produzione targata FPI Project. Le suddette caratteristiche accomunano infatti diversi singoli di successo come “Going Back to My World“, “Everybody All over the World“, “Risky“, “Berry” e “Funky Guitar“.

Il brano più celebre appartenente al progetto è senza alcun dubbio la hit “Rich in Paradise del 1990, entrata in Top Ten in diversi paesi europei tra cui la Germania, l’Austria, la Svizzera e il Regno Unito.

Un singolo di grande successo se consideriamo anche la vendita di oltre 1 milione e centomila copie, traguardo raggiunto combinando la forza di un grande successo degli anni ‘70 “Goin’ back to my roots” abbinata ad un sample tratto da “Think” di Lyn Collins.

Il singolo del 1991 “Everybody (All Over the World)”, il remix datato 1999 dello stesso brano ed il singolo del 1993 “Come On (And Do It)” riscuotono moltissimo successo ed entrano di diritto nella Top-20-Hit della Billboard-Dance-Charts, guadagnando delle buone posizioni anche nella classifica UK dei singoli di maggior successo.

Gli FPI si autoproducono durante tutto il periodo di attività grazie alla label Paradise Project Records, di cui sono proprietari e fondatori, ottenendo – con lo pseudonimo TC – ulteriore slancio commerciale cavalcando il filone underground con “TC 1991” ed il successivo “TC 1992 Funky Guitar”.

Autore: JustAdmin
Tags
//